Musica per il ricevimento: pro e contro.

Tante le soluzioni possibili per dare il giusto ritmo all’evento che segnerà per sempre la vostra vita. Oggi analizziamo i vantaggi e gli svantaggi delle diverse tipologie musicali che vi accompagneranno il giorno delle nozze.

Una scelta che dipenderà molto dal tipo di ricevimento che desiderate per il vostro matrimonio. Ma quali sono i criteri su cui basarsi per prendere una decisione?

La musica è l’elemento che darà il la allo stile con cui verranno celebrate le nozze. Che siate solo amanti della buona musica o dei veri appassionati che non vedono l’ora di esibire davanti ad amici e parenti il proprio repertorio, conoscete senza dubbio il potenziale delle note che influenzerà l’umore dei vostri ospiti stretti negli eleganti abiti da cerimonia a seconda se vogliate farli scatenare in ritmi vorticosi o farli trasportare a dolci ricordi a ritmo di un lento. Data l’importanza del argomento, abbiamo deciso di fornirvi una panoramica dei generi musicali più in voga, da quelli colmi di frasi romantiche ai più moderni, soffermandoci sui lati negativi e positivi di ognuno per darvi gli strumenti giusti ed effettuare una scelta giusta sperando in un ottimo risultato!

Un abito da sposa è per sempre. Così come lo saranno i vostri ricordi che la musica vi riporterà alla mente. Un ballo scatenato, scarpe da sposa che si levano e gli invitati che si divertono con voi dimenando i loro abiti da cerimonia di ultimo grido o semplicemente una dolce colonna sonora che accompagna il banchetto, fanno parte del vostro ricevimento e cosa c’è di meglio che trovare il giusto sottofondo per ciascuno di essi? Ma poi insorge il dubbio: meglio un dj o altri tipi di intrattenimento musicale? Cerchiamo di risolvere questo dilemma!

Sei opzioni apparentemente agli antipodi, ma non così inconciliabili, al punto tale che il dubbio può sorgere in alcune coppie, divise tra la volontà di dare un’impronta classica al proprio matrimonio e quella di apportare comunque un tocco di innovazione. Per capire chi contattare per l’intrattenimento musicale delle nozze è bene comprendere al meglio l’eventuale apporto di ciascuna opzione.

 

Orchestra

Innanzi tutto è bene specificare che pensando a questo tipo di formazione non dobbiamo necessariamente immaginare un numero molto grande di musicisti (sebbene la definizione classica lo preveda), esistendo anche orchestre da camera con presenze ridotte e adattabili a contesti differenti.

 

Adatta quindi sia a grandi cerimonie che a contesti più intimi, l’orchestra esegue principalmente musica classica, ma non sono da escludere variazioni sul tema o veri e propri stravolgimenti del repertorio: dalla musica balkanica alle colonne sonore dei film, passando per il riadattamento di brani noti della tradizione pop o rock.

 

Band dal vivo

È innegabile quanto la musica dal vivo rechi notevoli vantaggi. Il primo elemento che salta all’occhio è la possibilità di creare un’atmosfera letteralmente unica, senza poi dimenticare l’impatto scenico e la suggestione che contribuiranno a rendere veramente indimenticabile il ricevimento. La possibilità di interagire con il gruppo musicale permetterà agli sposi di apportare in diretta qualche modifica alla scaletta, dall’altra parte gli invitati potranno chiedere di sentire live la loro canzone preferita.

 

La principale controindicazione, invece, risiede nel costo che è spesso elevato a causa del numero di persone che compongono il gruppo. Gli sposi, inoltre, devono porre particolare attenzione alla scelta dei brani: non bisogna, infatti, scegliere canzoni di un solo genere per non incorrere nella monotonia…in una parola: siate originali!

 

Karaoke

Quando si pensa a quale soluzione musicale affidarsi in vista delle nozze non si può omettere l’opzione karaoke. Soluzione perfetta per i matrimoni più informali e giovanili e ampliamente utilizzata anche dalle coppie di media età, il karaoke farà alzare dalla sedia tutti gli invitati, che, muovendo le loro scarpe eleganti a ritmo di musica, non sapranno dire di no e vivranno in prima persona i brani lasciandosi andare ai ricordi più belli.

 

Il karaoke è coinvolgente, permette di includere tutti -anche se tra i vostri inviti di matrimonio ci sarà un numero copioso di bambini- e non per ultimo vi dà massima libertà di scelta per il repertorio. Contro? Dato che tutti sono i benvenuti, si può rischiare di cadere un po’ in basso riguardo la qualità musicale, soprattutto se a cantare non saranno dei soprani!

 

Musica classica

Perfetta per gli inguaribili romantici che mixeranno il loro discorso con frasi d’amore e aneddoti sulla loro storia, la musica classica va incontro alle coppie raffinate di media età. Sarà un momento in grado di allietare la giornata e di affinare l’orecchio dei vostri ospiti. Gli svantaggi, invece, possono essere rappresentati dalla potenziale noia che attanaglia spesso i più piccoli o, perché no, anche i più grandi non abituati ad un genere così sofisticato.

 

Dj

Anche qui c’è da fare una distinzione tra music selector, che si occupa di creare playlists e mandarle in diffusione, e dj che si occupa di mixare i brani, mettendoli a tempo nelle varie sequenze e generando non di rado creazioni originali. Il ruolo del dj si è molto evoluto negli ultimi anni e non si può di certo rimproverare a questi performer una scarsa presenza scenica, dal momento in cui sempre più spesso vengono curati anche aspetti visuali, con l’utilizzo di luci led e ulteriori artifici. Anche in questo caso il repertorio è variabile, starà a voi scegliere il professionista più vicino ai vostri gusti personali.

La sua presenza contribuisce a movimentare la festa, soprattutto dopo il taglio della torta. Per questa ragione lo consigliamo soprattutto per coppie giovani che amano ballare musiche attuali o amano ascoltare effetti remixati. Il prezzo però, nuovamente, è un elemento da non prendere sotto gamba. Può accadere infatti che il dj debba affittare o chiedere in prestito l’attrezzatura e la consolle comportando dei costi aggiuntivi. È sempre bene pensare anche alla flessibilità. È opportuno, infatti, trovare un professionista disponibile ad ascoltare le richieste degli sposi circa le proprie preferenze musicali nonché l’orario fino a cui è disposto a lavorare, soprattutto per i matrimoni serali.

 

Definiti questi punti cardine, diventa chiaro il fatto che, data la versatilità delle opzioni la scelta è rimessa unicamente ai vostri gusti personali, e questa guida servirà semplicemente a capire come sfruttare al meglio lo straordinario contributo degli artisti che ingaggerete per la vostra festa matrimoniale, tenendo conto di alcuni aspetti.

 

Location

Se avete scelto un ristorante per il vostro matrimonio, è bene domandare preventivamente (per evitare sgradevoli sorprese) fino a che ora potete continuare con la musica e qual è il volume consentito. Esiste infatti una legge quadro sull’inquinamento acustico (il decreto 447/95) che, qualora la location si trovasse in pieno centro abitato, i vicini non esiterebbero a far rispettare!

 

In base a queste indicazioni potrete decidere se optare per la tranquillità dell’orchestra o per la scatenata energia del dj, fermo restando che, come dicevamo prima, queste caratteristiche non sono fisse, e persino l’orchestra potrebbe farvi ballare fino al mattino con il repertorio adeguato!

 

Invitati

Se l’età media dei vostri invitati è alta, sarebbe meglio richiedere all’orchestra un repertorio tradizionale o al dj un sottofondo lounge. Solitamente l’orchestra presenzia maggiormente a matrimoni diurni, mentre per la sera ci si affida più al dj. Proprio nel caso di matrimoni serali, in cui in genere i parenti più grandi abbandonano i festeggiamenti dopo la cena, potete proporre una variazione nella scaletta, con musica più movimentata.

 

Tradizione o innovazione?

Eccoci al punto cruciale. Come vi aspettate che sia il vostro matrimonio? E siamo sicuri che l’innovazione sia un concetto necessariamente legato al dj? Se la norma vuole che l’orchestra sia chiamata per i matrimoni classici, cosa c’è di più originale di ingaggiarla per delle nozze originali, magari in aperta campagna o sul mare? O di colorare di musica elettronica un ricevimento formale!

 

Non dimenticate la giusta disposizione dei tavoli della vostra sala, in modo che possiate liberare facilmente lo spazio quando inizierà la vera musica da ballare. Questo avverrà in un secondo momento quando il lancio del bouquet da sposa sarà già stato fatto, il brindisi con relativo taglio della torta terminato e le bomboniere di matrimonio sono già state consegnate a chi di dovere. Solo così potete darvi alle danze senza più preoccuparvi di cosa manchi ancora da fare!


leggi
anche
altri
articoli

 - 
English
 - 
en
French
 - 
fr
German
 - 
de
Russian
 - 
ru
Italian
 - 
it