5 cose da sapere prima di scegliere il Dj?

La scelta della musica non riguarda solo il gusto stilistico degli sposi ma dipende da molti fattori che possono influenzarne enormemente la decisione. Tenendo a mente questi 5 punti sarete certi di aver fatto la scelta giusta per il vostro Dj!

La musica nel giorno delle nozze è fra gli aspetti più importanti da considerare, proprio per questo motivo ci sono alcune cose da tenere a mente prima di scegliere il dj il quale non si occuperà soltanto di intrattenere gli ospiti con tipiche frasi da matrimonio, ma dovrà creare il giusto sound che accompagnerà tutta la giornata. Fare queste valutazioni permetterà di evitare spiacevoli inconvenienti predisponendo tutto per il meglio così da far scatenare voi e i vostri ospiti fino alla consegna delle bomboniere di matrimonio!

1. Disponibilità oraria della location

La giornata del matrimonio sembra quasi avvolta da magia, dura esattamente come tutti gli altri giorni della vostra vita con la sola differenza che il tempo sembrerà correre molto più rapidamente. Questo significa che non appena vi sarete infilati le vostre scarpe eleganti sarete già in procinto di toglierle per lanciarvi in un ballo sfrenato di fine giornata!

Onde evitare, quindi, che la sensazione che tutto si svolga troppo rapidamente sia solo un’illusione e non la realtà dei fatti, chiedete alla location qual è il limite orario massimo entro il quale il dj potrà mettere la musica così da dare il via alle danze nel momento giusto, permettendo a tutti gli invitati di godersi la festa senza doverla lasciare sul più bello.

2. Spazio della festa

Lo spazio adibito alla festa post banchetto può variare moltissimo da location a location, per questo motivo è importante verificarne l’ampiezza prima di contattare il professionista.

Dal tipo di luogo destinato ai festeggiamenti dipendono molte cose come ad esempio la strumentazione necessaria e il posizionamento della consolle. Luoghi chiusi e piccoli avranno una certa acustica e di conseguenza richiederanno un certo tipo di strumentazione. Viceversa, negli spazi aperti bisognerà avere delle casse che riescano a diffondere il suono in modo omogeneo e udibile da più angolazioni.

L’importanza di verificare prima lo spazio dipende dal fatto che luoghi chiusi in apparenza simili possono avere acustiche molto diverse e questo in parte dipende anche dall’arredamento della sala.

Quindi una volta scelta la location comunicatelo al professionista descrivendo per filo e per segno lo spazio che andrà ad occupare così da permettergli di fare le giuste valutazioni.

3. Impianto a disposizione

Anche in questo caso ci saranno grandi differenze a seconda della location che andrete a scegliere. Alcune strutture, infatti, mettono a disposizione parte della strumentazione: casse, microfono e mixer. Tuttavia questo non è così scontato, e soprattutto, non è detto che il professionista da voi scelto sia incline a utilizzare la strumentazione altrui.

Verificate quindi innanzitutto se la location dispone di una strumentazione propria da poter condividere col professionista e chiedete anche se sia disposta ad accettare le attrezzature altrui.

4. Accordo per la SIAE

Chi non si occupa di musica spesso ignora questo aspetto di importanza fondamentale, specie perché si rischia di incorrere in sanzioni se non vengono seguite le regole e pagati i diritti.

Stiamo parlando delle tariffe per il diritto d’autore che sarà necessario pagare al fine di poter riprodurre brani musicali regolarmente registrati. Sovente si fa carico di questa quota la location che, proprio perché adibita a ricevimenti e feste private, risponde personalmente dei diritti d’autore per i brani riprodotti nei suoi spazi. In altre occasioni invece è il professionista ingaggiato dagli sposi ad occuparsene, inserendo la voce “SIAE” nel compenso pattuito.

Come vedete, quindi, per poter ballare abbracciati sulla vostra canzone preferita mentre vi dedicate dolci frasi d’amore, è necessario prima di tutto verificare che i diritti di quella e di tutte le altre canzoni siano stati regolarmente pagati.

5. Possibilità o meno di riprodurre musica live

Generalmente il dj si limita a occuparsi di due aspetti: l’intrattenimento vocale e la riproduzione dei brani con lo scopo di far ballare gli invitati che, vestiti dei loro migliori abiti eleganti da cerimonia, si lanceranno in balli più o meno sfrenati. Su richiesta degli sposi è possibile, inoltre, inserire anche un momento di musica live: se state valutando questa possibilità, è importante comunicarlo sia al professionista da voi ingaggiato che alla location che dovrà valutare se c’è sufficiente spazio e strumentazione da accogliere due diverse tipologie di intrattenimento musicale.

L’intrattenimento musicale è fondamentale in un matrimonio perché rallegrerà l’atmosfera e vi permetterà di vivere momenti di convivialità assieme ai vostri cari: a volte ci saranno momenti emotivi, altre potreste ridere a crepapelle per una frase di matrimonio divertente di un vostro amico. Quel che è certo è che la musica renderà il vostro wedding party un’autentico successo!


leggi
anche
altri
articoli

 - 
English
 - 
en
French
 - 
fr
German
 - 
de
Russian
 - 
ru
Italian
 - 
it